VIDEO-GRATIS-SEO-ECOMMERCE-ACQUISIRE-TRAFFICO-QUALITA.png

 

Come si costruisce una campagna di acquisizione di traffico qualificato in ambito e-commerce?

La complessità nell’identificazione delle keywords strategiche, sopratutto in riferimento alla propensione all’acquisto da parte dell’utente su quelle ricerche sui motiri di ricerca che alle strategie dei propri competitors, è anche legata al budget disponibile e agli obiettivi da raggiungere.

 

Inoltre l’utilizzo di una molteplicità di canali a disposizione, ognuno con le proprie pecularità (pensiamo ad esempio alla differenza tra siti di comparazione prezzo e Adwords), rende difficile misurare la resa di ogni campagna, in quanto il totale del traffico ha ricadute su differenti KPI, generando valore aggiunto o ricadute a catena.

Il customer journey dell’utente è più esteso della sola fase di acquisto in quanto è importante cosa accade prima e dopo, fasi in cui gli utenti si pongono domande diverse e cercano risposte differenti. Intercettarli in queste fasi con una comunicazione corretta può migliorare di molto la resa di ogni campagna di acquisizione traffico, ottimizzando anche il budget. In questo video di oltre un'ora e mezza Roberto Fumarola, Luca Bove e Giampaolo Lorusso insieme spiegano le modalità e le tecniche per acquisire traffico qualificato in maniera organica e pagamento facendo sempre riferimento a dove si trova in un determinato momento l'utente all'interno del funnel.

Da questa complessità viene spiegato con esempi concreti il concetto fondamentale di conversione assistita, coniato per la prima volta da Google, per differenziarlo da quella diretta, che si immagina di ottenere solo spendendo del budget, ma che è difficile da ottenere anche per i big player del mercato digitale. Vi anticipiamo la prima regola che vi verrà data in questo video corso professionale tenuto da tre relatori di eccezione e ritenuti tra i massimi esperti di strategie SEO e SEM: bisogna imparare a creare tanti punti di contatto, e presidiarli in maniera corretta, per non trasmettere un valore del brand sbagliato o incoerente durante il custiomer journey. Questo potrebbe generare perdite già nel medio periodo molto difficili da recuperare.

 

Relatori: Roberto Fumarola, Luca Bove, Gianpaolo Lorusso
Durata: 1.44.00